Qualche mese fa ho acquistato una piccola casa sul fiume, a Torino. Una casa d’affittare.

Per il progetto che pensavo di realizzare, il denaro a disposizione era relativamente poco. In questo caso avrei dovuto limitare i lavori allo stretto indispensabile, senza però rinunciare alla qualità estetica e a quella funzionale.

Capita spesso che, quando si deve ristrutturare una casa appena acquistata – soprattutto se è da mettere in locazione al più presto – si debba fare i conti con un budget limitato. Purtroppo non sempre possiamo spendere quanto vorremmo. In alcuni casi ciò dipende dall’elevato costo di acquisto, oppure dall’errata pianificazione e gestione dei flussi di cassa o da un evento imprevisto. In ogni caso, il nostro spazio deve essere ristrutturato, contenendo i costi e spendendo al meglio i soldi a disposizione.

 

Volevo che il mio inquilino/a, scegliendo la casa, si sentisse bene. Volevo uno spazio accogliente, caldo e luminoso e soprattutto volevo limitare le spese.

 

In questo caso, ho dovuto riflettere molto bene sul da farsi e ho scoperto che esistono alcuni modi “creativi” per riuscire. Ecco una lista di 10 consigli per ristrutturare 50 mq da affittare, sulla base dell’esperienza avuta.

 

  • Usa la fantasia, o quella di qualcun altro. Tu o il tuo architetto o entrambi, mettetevi davanti a un foglio bianco e iniziate a capire cosa può diventare lo spazio che vuoi risistemare. Se hai poco budget, magari non pensare di creare una SPA dentro al bagno o di demolire i muri per spostare la cucina dalla parte opposta della casa. Pensa a modifiche leggere, pratiche e funzionali.
  • Fai un rilievo preciso di tutte le pareti, delle finestre e degli impianti. Devi valutare lo stato di conservazione di ogni materiale presente e decidere cosa è accettabile per il tuo progetto o cosa deve essere obbligatoriamente sostituito.

 

IDEeA Interior design Torino Aurora ristrutturare 50 mq cucina

 

  • Elimina il superfluo. Esistono molte isole ecologiche dove poter buttare i mobili scassati, le specchiere arrugginite ed il bidet del 1960.
  • Fai un progetto low cost, ma fallo bene! Vuoi che l’Interior Design ti costi poco? Inserisci nel progetto gli arredi, le porte, il box doccia, il tavolo e il divano che (magari) hai mantenuto o recuperato su internet a buon prezzo – altrimenti come fa a costare poco – e dagli nuova vita! Per esempio, un divano di Ikea Knopparp giallo (http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/80264964/) da 79 € è molto bello su sfondo grigio e la vecchia porta in ciliegio della cucina, si può “decoupare” facendola diventare bianca. Insomma usa la fantasia al servizio del gusto e del portafogli.

IDEeA Interior design Torino Aurora ristrutturare 50 mq sala

  • Fai fare i preventivi alle imprese solo per le lavorazioni che non puoi fare in prima persona. Per esempio per gli impianti e le opere murarie “importanti”. Al resto pensaci tu, ovviamente tutto ciò, sempre se desideri risparmiare e ti accontenti del risultato “self-made”.
  • Fai bene i lavori impiantistici. Acqua, Gas e Impianto Elettrico. Magari meno interruttori, il giusto numero di prese, lascia perdere la doccia con cascata, nebulizzatore e gayser sulfurei e prendi in considerazione un’essenziale, ma “a norma” sistemazione impiantistica. Te la ritroverai in futuro e l’inquilino (come nel mio caso) eviterà pericolosi contrattempi.
  • Scegli dei colori da abbinare ai mobili, in modo tale da trasformare la decorazione nel colpo da maestro. Come dicevo al punto 5, i giusti colori, se ben miscelati e usati con gusto, possono fare la differenza.
  • Le luci. La luce è tutto. Un mio collega una volta mi ha detto che anche una bomboniera di ceramica del matrimonio di sua cugina nel 1985, se ben illuminata, poteva sembrare un’opera d’arte. Effettivamente una buona lampada a Led da 3000 kelvin, fa miracoli. Provare per credere.

IDEeA Interior design Torino Aurora ristrutturare 50 mq camera

  • Arredi di recupero, colori giusti, illuminazione di qualità, non sono niente senza i complementi. Un vaso stile wabi-sabi, una cornice per la migliore foto b/n che trovi e il runner da mettere sopra la tavola.

 

Come vedi, poche, ma eleganti mosse, possono rendere accogliente e facilmente affittabile una casa.

 

Se poi vuoi esagerare, con gli ultimi 50 € del tuo budget, riempi la casa di amici e organizza un bell’aperitivo inaugurale. Io l’ho fatto, ed è stato molto divertente!

Buon lavoro!

 

Clicca per vedere le foto del progetto “Aurora low cost”

 

Share