Quando ho dovuto progettare la mia casa, fresco di laurea in Architettura, non sapevo bene come fare.

Come ristrutturare casa?

Bella domanda. Avevo studiato tanto, stavo lavorando in uno studio molto importante: non riuscivo a focalizzarmi sulle scelte giuste, che avrebbero accontentato ogni esigenza.

Poi un giorno tutto è cambiato. Ma prima volevo parlarti della casa di Barbie.

Hai mai visto e/o giocato con una casa della Barbie?

Non intendo quella vera, a Malibù, di 300 metri quadrati, con tanto di arredi e piena di vestiti, ah non ci credete? Eppure esiste veramente una casa di Barbie in mattoni e cemento:

IDEeA Interior Design Torino Come ristrutturare casa Barbie

 

 

Io intendo se hai mai visto le case giocattolo di Barbie. Se da bambino hai avuto una sorellina o un’amica, entrambe particolarmente fortunate, probabilmente in cameretta aveva una di quelle case a tre piani con ascensore. Queste abitazioni in scala 1:12, tanto desiderate negli anni ’80, rappresentavano il lusso Sixties Americano.

Che sia la versione del 1962, di cartone, o la più recente “Dreamhouse” si tratta sempre di icone realizzate per piccole (o alcuni piccoli) clienti. Icone diventate stereotipi, ovvero simboli rappresentativi della casa dei sogni.

IDEeA Interior Design Torino Come ristrutturare casa Barbie 2

 

 

Ma cosa c’entra la casa di Barbie con abitare in una casa o ristrutturare una casa vera e propria?

Lascia che ti spieghi.

Da bambini si disegnano le case in questo modo:

 

IDEeA Interior Design Torino Come ristrutturare casa Barbie 3

 

E’ capitato anche a te vero? Tetto a capanna, fiori alberi, montagne e il sole. Lo stereotipo per eccellenza.

Bene, la casa della Barbie è uno degli stereotipi più famosi, ma ce ne sono tanti altri: le case dei telefilm e delle pubblicità, la casa dei genitori, la casa del Grande Fratello, ecc.

Quindi? Quando pensiamo ad una casa, nuova o da ristrutturare ci ritroviamo a pensare a uno o più degli stereotipi che conosciamo.

Partiamo dall’inizio!

Anche a me è capitato di disegnare il bagno del mio primo progetto pensando a quello dei miei genitori. Ma 12 metri quadri di bagno, la vasca ocra e il marmo nero, erano belli (forse) negli anni ’80.

In quel periodo ho acquistato un corso di comunicazione e coaching e sono andato a Milano per qualche giornata di intensa formazione. E cosa c’entra questo con l’Architettura? E con gli stereotipi?

IDEeA Interior Design Torino Come ristrutturare casa Barbie 4

Non essendo un amante degli stereotipi, volevo capire cosa influenza il processo decisionale: come le persone decidono e perché lo fanno.

Il corso è stato incredibile, cose semplici, chiare dirette che raccontano come tutti noi (generalmente) prendiamo una strada piuttosto che un’altra. C’è molto di più, ho scoperto che attraverso alcune domande, si poteva inquadrare un problema e capire quali fossero le migliori soluzioni. Attraverso le giuste domande si potevano individuare molte delle esigenze e comprenderne le ragioni.

E se ristrutturare casa (o progettarne una nuova) si porta dietro alcune problematiche, tanto stress (se ti trovi anche solo vagamente in questa situazione, leggi questo articolo: http://www.ideea.it/devo-ristrutturare-casa-50-sfumature-di-stress/) e le esigenze sono molte e soggettive, non resta altro che porre le giuste domande.

Quindi per costruire la casa perfetta, basta farsi domande?

Non proprio, ovviamente serve anche altro. Ma le domande sono alla base di ogni processo creativo.

Una nuova scoperta

Da quel momento ho iniziato a chiedermi quali fossero le domande migliori: ne ho create una ventina e sono diventate parte del mio lavoro quotidiano. Le aggiorno continuamente. Le pongo ai miei clienti nelle prime fasi del progetto. Ormai sono come un giornalista d’inchiesta: scrivo (e disegno) case.

La casa è importante. Tutti dovrebbero avere la possibilità di renderla unica e speciale!

Non dipende solo da quanti soldi tu possa spendere. Dipende dalle risposte che cerchi e quindi dalle domande che ti vengono poste.

Come faresti la tua casa, se tu fossi al posto mio? Disegna:

IDEeA Interior Design Torino Come ristrutturare casa Barbie 5

 

Questa è solo una delle domande che talvolta faccio. E’ interessante, non credi? Mi paghi per fare l’Architetto e poi ti tocca progettare la casa da solo 😊

La cosa bella è che, anche quando non hai budget per chiamare l’Architetto e magari hai già iniziato i lavori e sei, diciamo nella “melma”, facendoti le giuste domande potresti salvarti e capire come ristrutturare casa senza impazzire.

E ricorda: “ma chi me lo ha fatto fare” non è la domanda corretta.

Come fare per ristrutturare casa (bene)?

Se stai ancora pensando alla casa di Barbie, è ora di fare un po’ di refresh.

Basta poltrone di velluto rosa e case con il tetto a capanna.

Qual è la tua casa ideale? Prendi un foglio e scrivi: la mia casa ideale è … (grande, piccola, blu, alta, moderna, luminosa, etc).

Dopo averlo scritto avrai incredibilmente espresso un concetto in maniera chiara. Gratis, low cost, senza impegno: hai fatto “da solo” il primo passo verso la tua nuova casa.

Se la tua casa ideale assomiglia ancora alla casa del Grande Fratello prima edizione e non sei un tronista egocentrico, abbiamo un problema. Diversamente, stai iniziando a visualizzare qualcosa di nuovo ed è solo l’inizio!

Ognuno ha la necessità di ricevere domande diverse, personalizzate e per questo, qui non troverai un manuale tascabile chiamato: “le venti domande per la casa perfetta”.

Scegliere di fare casa è una cosa seria e impegnativa. Fare casa è anche una delle cose più belle da realizzare.

Quindi, come fare?

L’equilibrio tra le due cose deve essere gestito: trasformare le risposte in azioni.

Ed è per questo che fare l’Architetto significa (anche) tradurre.

Occorre partire dai tuoi sogni. Devo intervistarti, capire le tue esigenze, fotografare la tua visione e trasferire tutto su di un foglio bianco.

A quel punto, dopo una fase d’elaborazione, posso mostrarti la direzione, il percorso da intraprendere.

Se sei stato sincero e sono stato capace di ascoltare, il percorso è chiaro, definito e misurabile.

Questa fase si chiama Concept ed è una delle cose più belle e stimolanti del nostro lavoro ed è l’inizio di un percorso!

Ora, puoi iniziare a costruire la tua casa, buon lavoro!

IDEeA Interior Design Torino Come ristrutturare casa Barbie 6

 

 

P.S.

E viva la casa della Barbie! Ma per gioco 😉

 

 

 

Immagini da Google Immagini

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva