Dove andrà ad abitare Cristiano Ronaldo? Il più famoso e ricercato e nominato e bello e forte calciatore (forse) del mondo e (sicuramente) del momento?

La casa di Cristiano Ronaldo 1

 

In centro a Torino, in Mandria vicino a casa nostra, in collina. Chi lo sa.

#Echissenefrega? A molti niente, ma a tantissime persone sì. Colpa di calcio, televisioni, social e notorietà.

E quindi, da Architetto, posso provare ad immaginare la casa di Cristiano Ronaldo. E per farlo proverò ad elencare alcuni stereotipi “classici” del calciatore contemporaneo.

 

Ovviamente scherzo! Ma forse non troppo. Vediamo questo decalogo:

  • La casa è generalmente “tamarra”. Ma di un tamarro “elegante”, fatto di tavoli stile barocco (dorati) e maxischermi al plasma da 1000 pollici.
  • Deve costare tanto. Anche se è piccola, deve essere cara, carissima. E’ una questione di stile.
  • Ci vuole almeno un divano di pelle bianca, da dieci posti.
  • Il bagno ha la vasca idromassaggio. Anzi, i cinque bagni hanno tutti la vasca idromassaggio. Che poi chi la usa più?
  • La cucina ha un frigo americano, enorme, bellissimo, ma vuoto (perché poi si mangia sempre e comunque al ristorante).
  • Il letto è un King Size e davanti c’è un letto Queen Size per due cagnolini vestiti da festa.
  • Il trofeo vinto durante l’ultimo torneo internazionale è nel salone illuminato da una luce simile alle sfere delle discoteche anni 90.
  • C’è un libro nello scaffale. Solitario. È il manuale di uso e manutenzione della Ferrari.
  • La playstation o l’X Box o entrambi sono collegati a tutte le tv al plasma della casa.
  • Un cavallo gonfiabile in scala 1:1 galleggia nella piscina esterna e dal tetto ci si puo’ buttare in acqua.

 

La casa di Cristiano Ronaldo 2

 

Se stai leggendo questo articolo e sei un agente immobiliare, sai cosa cercare!

Per tornare “semiseri”, ci sono altre caratteristiche che la “casa del calciatore” deve avere.

La privacy, la posizione, la bellezza. Deve essere comoda per andare agli allenamenti, contemporanea, silenziosa e grande per ospitare i parenti e gli amici.

A causa della durata sempre più breve dei contratti e della mancanza di “bandiere” che giocano per tutta la carriera nello stesso club, spesso la casa del calciatore, è una casa temporanea.

Ha tutte le caratteristiche di una casa “normale” ma a volte ricorda un lussuosissimo showroom.

 

La casa di Cristiano Ronaldo 4

 

La casa di Ronaldo, dato che ha un contratto di 4 anni, potrebbe essere una via di mezzo tra la casa “tamarra” e un nido protetto da occhi indiscreti.

Immaginiamo la casa di Cristiano Ronaldo.

Potrebbe ristrutturare una bella villa, avvolta da un fitto parco per passeggiare all’aria aperta. Mettere sul campanello #CR7 e realizzare una piscina coperta con lo sfioro accanto ad un prato curato, che ricordi lo Stadium. I muri bianchi all’esterno e bianchissimi all’interno, in perfetto stile portoghese. Il pavimento grigio scuro e grandi stanze per far correre e giocare i suoi figli anche d’inverno; una spa interna, magari al piano interrato. Tanti bagni. Letti comodi e qualche libro. La cucina grande ed accogliente, il “Pao de Alho” nel forno che scalda, il tavolo di cristallo e un proiettore in fondo alla sala, di fianco grandi vetrate si affacciano sul parco.

Eccola è già fatta!

Per i dettagli, Cristiano, sentiamoci! 😉

Emanuele

La casa di Cristiano Ronaldo 3

Villa F, Avry-Dt-Pont, Friburgo, Svizzera – Made by IDEeA di Franco Arch. Emanuele e Sweet architecture