Interviste

8 05, 2020
  • Lockdown intervista 2 ristrutturare una casa in cit turin
    Permalink

    Lockdown: cantieri chiusi e progetti sospesi (P2). Intervista: Ristrutturare una casa in Cit Turin.

Lockdown: cantieri chiusi e progetti sospesi (P2). Intervista: Ristrutturare una casa in Cit Turin.

Lockdown: cantieri chiusi e progetti sospesi.
Anna e Gianluca mi hanno contattato lo scorso Settembre, per ristrutturare una casa in Cit Turin, quartiere residenziale vicino al centro di Torino.

Un appartamento molto luminoso con doppio affaccio, dal quale si possono ammirare i palazzi in stile liberty che caratterizzano il quartiere.

Il programma progettuale ha previsto la realizzazione di un grande open space, una camera da letto, un bagno e un piccolo, ma funzionale, locale lavanderia.

I lavori sono iniziati a Gennaio 2020 e si sono conclusi a.. ah già, il lockdown.

Quando il decoratore era pronto per venire a fare il lavoro, il palchettista già allertato per posare i pavimenti, tutto fermo! Da allora sono passati più di due mesi e solo in questi giorni abbiamo potuto ricominciare.

 

Intervista #2. Anna e Gianluca, ristrutturare una casa in Cit Turin
Gentilissimi Anna e Gianluca, tra poche settimane (speriamo finalmente) avremo completato i lavori della vostra nuova casa.

So che siete desiderosi di entrarci e godervela come meritate.

Ma prima di pensare alla festa di inaugurazione 😉, mi piacerebbe farvi qualche domanda e magari riuscire a dare un ulteriore upgrade al vostro progetto.

 
Quando avete deciso di ristrutturare, quali sono stati gli stimoli e i desideri che vi hanno animato?
I desideri che ci hanno spinto a ristrutturare, sono stati quelli di abitare in spazi più aperti e meno pieni di cose. Un luogo dove un arredamento minimale (e forse un po’ spartano) potesse aiutare una vita più pratica e meno caotica. Gli stimoli sono stati la ricerca di semplicità e praticità.

Il progetto sta venendo come ve lo immaginavate? Cosa vi piace di più, rispetto alle scelte effettuate insieme?
Si, il progetto si identifica come la realizzazione del nostro immaginario. Ci piace moltissimo [...]

28 04, 2020
  • Lockdown cantieri chiusi MCA Associati Nuova sala riunioni
    Permalink

    Lockdown: cantieri chiusi e progetti sospesi (P1). Intervista a MCA Associati

Lockdown: cantieri chiusi e progetti sospesi (P1). Intervista a MCA Associati

 
Lockdown: cantieri chiusi e progetti sospesi.
A fine 2019 abbiamo completato la fase di progettazione di un nuovo ufficio per uno Studio Associato di commercialisti: MCA Associati.

L’ufficio si trova in centro a Torino e i lavori sono iniziati appena terminato il progetto, ma poi, a causa del lockdown, da inizio marzo 2020, abbiamo dovuto interrompere tutto.

In questa intervista, due dei soci, Emanuele e Paolo, ci raccontano come stanno vivendo questa particolare fase e insieme cercheremo di capire come il progetto possa venire completato e magari modificato.

Il nuovo ufficio è composto da: una grande sala riunioni, un ufficio per i soci, tre uffici per gli impiegati, una reception e due bagni. Sono presenti due balconi, di cui uno molto grande verso la corte.

Intervista #1. MCA Associati, nuovo ufficio in centro a Torino
Cari Emanuele e Paolo, grazie per questa intervista, che mi auguro possa essere utile a migliorare ulteriormente il vostro progetto.

Siamo a pochi giorni da una probabile riapertura dei cantieri privati e potremo finalmente completare il progetto, con i mobili che ancora mancano, le tende e i complementi.

Ma ora passiamo alla nostra intervista.

 
Inizio subito con una domanda che riguarda il nuovo ufficio. Siete soddisfatti di come sta venendo lo spazio, rispetto al programma progettuale?
 

Emanuele: Ciao, sono davvero felice di come si sta concretizzando il progetto. E’ un ufficio diverso da quello attuale. Lo studio che dividerò con Paolo ha un piano di lavoro ampio e quindi mi permetterà di allargare lo spazio operativo. Il locale è veramente accogliente grazie (anche) alla presenza di un divano. La sala riunioni è “moderna”, almeno rispetto all’ufficio attuale. Devo dire che temevo fosse un po’ “fredda” invece la sensazione è positiva e gli arredi sono [...]

15 03, 2019
  • Amanda Ferber influencer Architettura 4
    Permalink

    Intervista ad Amanda Ferber: l’influencer perdutamente innamorata dell’Architettura

Intervista ad Amanda Ferber: l’influencer perdutamente innamorata dell’Architettura

Si è innamorata dell’architettura quando ha iniziato a frequentare il college di Architettura e Urbanistica. Amanda, giovane imprenditrice brasiliana, ha fatto di una passione il suo lavoro, creando una Community su Instagram di oltre 1.7 milioni di persone E’ diventata una delle influencer più seguite nel mondo dell’Architettura e dell’Interior Design e pare non si voglia fermare, anzi!

L’ho intervistata per condividere con voi la sua storia e i suoi preziosi consigli!

 

 

Amanda, quando e perché hai deciso di utilizzare Instagram per condividere progetti architettonici? Quali erano i tuoi obiettivi?

Quando ho iniziato il college di Architettura e Urbanistica, mi sono innamorato perdutamente dell’architettura. Ero così entusiasta del mondo dell’architettura, perché rappresentava perfettamente ciò in cui mi identificavo, che ho iniziato a “cacciare l’architettura” e ho salvato molte foto di progetti come riferimenti per i progetti scolastici. Un giorno mi sono resa conto di avere un album sul mio telefono con più di 1.000 foto. Così ho pensato: “Wow, il mondo ha bisogno di vedere questi progetti!”.

Così ho creato un account Instagram, @architecture_hunter, e ho iniziato a pubblicare i progetti più spettacolari (a mio modesto parere) sull’account. Inizialmente, la mia intenzione era semplicemente condividere ciò che mi stupiva. Non avrei mai immaginato che la mia pagina avrebbe raggiunto così tante persone, o che avrei potuto trasformarla in qualcosa che faccio professionalmente.

 

Dove cerchi il contenuto da pubblicare? E quali sono i tuoi architetti preferiti? (Il mio è Peter Zumthor!)

Oggigiorno architetti e fotografi condividono sempre con me il loro lavoro più recente, quindi è molto più facile “cercare” buoni contenuti. Ma ci sono anche molti buoni siti web di architettura, come ArchDaily, Architizer, Dezeen, Desing Milk, Architectural Digest, ecc., che hanno migliaia e migliaia di progetti pubblicati. Sono un eccellente [...]