Under Pressure è una famosissima canzone del 1981 dei Queen e David Bowie.

Il 1981 poi ha visto altri successi, tra cui il debutto di Indiana Jones al cinema, il primo pc IBM, la nascita di Fernando Alonso, Roger Federer e la mia. 😊

Prendo questa canzone come spunto – anche se il testo dice qualcosa tipo:

Guardare alcuni buoni amici urlando / Pregare domani mi fa salire / Pressione sulle persone, persone sulle strade”

 

perché in questo periodo, come capita a Dicembre siamo tutti, sempre più “under pressure”, sotto pressione.

Ad Agosto non finisce il mondo, state sereni!

 

Quest’anno, per una serie di ragioni lavorative e non, per me, niente vacanze estive. Un po’ perché a Torino ad Agosto si sta bene – no traffico, no confusione, bel clima – e un po’ perché a Settembre incominciano una serie di cantieri belli impegnativi e bisogna essere pronti.

Questo è la decima estate da quando ho aperto lo studio IDEeA e mi pare che sia un’annata leggermente diversa dal solito.

Un po’ come il clima, il lavoro sembra fare come gli pare.

 

A Gennaio, dopo una crisi trimestrale il comparto automotive si era fermato.O perlomeno ha rallentato molto.
A Torino e dintorni questa cosa ha significato un rallentamento globale degli altri comparti. Edilizia in primis. Ma incredibilmente da Marzo, la tendenza di inizio anno (non per l’Automotive, ma per l’edilizia), si è invertita!
Il mercato si è lentamente ripreso per arrivare in splendida forma a Maggio. Almeno per quanto mi riguarda.

Ora pero’ sta facendo cose da pazzi!

Per esempio:

  • Alloggio da ristrutturare in 3 settimane, con una settimana per trasloco e cambio di residenza.
  • Bar da aprire in 10 giorni, con rifacimento totale di illuminazione, arredi e colori.
  • Negozio da aprire il 1 Settembre, con completamento arredi, insegni, luci, cazzi e mazzi.
  • Più gli altri cantieri aperti e progetti sul medio e lungo termine.

 

Va tutto bene. Grazie a Dio il lavoro c’è ed è tanto.

La cosa un po’ strana è, che sempre più, si rimandano alcune attività importanti – come ristrutturare o riqualificare – all’ultimo minuto. E questo non va bene.

Se devi ristrutturare o allestire un negozio, sarebbe meglio programmare le attività con almeno 4 o 5 mesi di tempo.

 

In questo modo, potrai definire bene il progetto, pensarci. Trovare l’impresa adatta alle tue esigenze, al giusto prezzo. Scegliere arredi, luci e colori con tranquillità.

Avendo alcuni mesi prima di partire con i lavori di ristrutturazione, potrai affrontare al meglio le eventuali problematiche di cantiere e non stressarti.

Insomma il punto è, che per fare i lavori ci vuole tempo. Un po’ di tempo prima, e abbastanza durante. Ed ovviamente un po’ di tempo per goderti il tuo nuovo spazio, senza stress.

 

Consigli per ristrutturare? Se devi rifare il bagno, illuminare il salone o sopraelevare la casa, pensaci per tempo. Vedrai che se programmerai con il tuo professionista questo “tempo”, tutto sarà più semplice.

Scappo che devo consegnare un concept per stasera. Da realizzare domani per entrare ad abitarci Lunedì.
😊

Buona Estate! Senza stress.